Differenza tra Prosecco e Spumante: sono la stessa cosa?

differenza tra prosecco e spumante
Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Differenza tra Prosecco e Spumante. Quando si parla di Prosecco e Spumante è molto facile andare in confusione, pensando che siano la stessa cosa.

In realtà non è cosi.

Non sempre un Prosecco può essere definito anche Spumante.

Scopriamo il perché.

Non tutti i Prosecco sono Spumanti

Iniziamo subito dicendo che non tutti i prosecco possono essere definiti spumante perché, sostanzialmente, il prosecco è un vino bianco prodotto dalla lavorazione del vitigno Glera.

In base al processo produttivo a cui viene sottoposto abbiamo tre tipologie di prosecco:

– fermo

– frizzante

– spumante

Un prosecco fermo quindi è un vino bianco paglierino caratterizzato dalla quasi totale assenza di bollicine. Questa è la caratteristica principale che lo differenzia dalle altre due tipologie di prosecco: frizzante e spumante.

Infatti,  la presenza di bollicine dovuta all’anidride carbonica è l’elemento che contraddistingue il prosecco frizzante e il prosecco spumante da quello fermo.

Per facilitare ancora di più l’apprendimento di queste differenze possiamo dire che il prosecco fermo è un vino bianco “classico” da poter bere anche a pranzo o a cena; il prosecco frizzante invece, per evitare confusione, lo possiamo definire semplicemente “vino frizzante” mentre il prosecco spumante lo chiamiamo semplicemente “spumante” a causa della maggior effervescenza (perlage) prodotta dalla sovrapressione dell’anidride carbonica.

Il prosecco frizzante e quello spumante sono tradizionalmente più bevuti per l’ aperitivo (anche se io li amo anche accompagnati da una buona pizza napoletana).

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

*Articoli che potrebbero interessarti*