Differenza tra vino vecchio e vino invecchiato

differenza tra vino vecchio e vino invecchiato
Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Voglio affrontare un argomento molto delicato che riguarda la differenza tra vino vecchio e vino invecchiato.

Quante volte ti è capitato di ordinare una bottiglia di vino e rimanere colpito dalla data dell’annata presente sull’etichetta?

“Wow! Questo vino è invecchiato di 3 anni. Allora sarà sicuramente un buon vino!”.

Mi dispiace deluderti ma non è sempre così.

Forse è arrivato il momento di fare un po’ di chiarezza.

Differenza tra vino vecchio e vino invecchiato

Cos’ha di diverso un vino vecchio da uno invecchiato?

Analizziamo attentamente gli aggettivi utilizzati: vecchio e invecchiato.

Infatti le due parole hanno significati diversi ma quando parliamo di vino tendiamo ad essere molto “distratti”.

Quando si parla di qualcosa di vecchio, in genere, parliamo di qualcosa che ormai è superato, qualcosa che “ha visto tempi migliori”.

Ecco un chiaro esempio: siamo in un ristorante e ordiniamo una bottiglia di vino rosso.

Sull’etichetta è riportata la data 2014 e pensiamo che sia un vino invecchiato di 5 anni, quindi abbiamo grandi aspettative.

Tuttavia quando lo beviamo ci accorgiamo subito che c’è qualcosa che non va: manca l’acidità giusta e un’eccessiva sensazione di secchezza alla bocca.

Per chi non è molto esperto potrebbe pensare semplicemente che quel vino abbia quel sapore, ritenendo la cosa del tutto normale.

In realtà invece sono chiari segnali che quel vino, è si del 2014, ma che non sia il risultato di un processo di invecchiamento volontario, ma che sia rimasto li sugli scaffali per svariati motivi che nulla hanno a che vedere con l’invecchiamento: nessuno lo ha scelto, lo hanno dimenticato oppure veniva rimpiazzato con bottiglie nuove mentre quella rimaneva sempre li, sul fondo dello scaffale.

“Allora come faccio a capire se un vino è vecchio o invecchiato senza prima averlo bevuto?”

Dopo aver visto la data riportata sull’etichetta, da un’occhiata al primo numero del lotto di riferimento.

Questo numero corrisponde all’anno in cui è stato imbottigliato il vino, quindi, se l’anno riportato sull’etichetta è il 2014 e il primo numero del lotto è 7, vuol dire che quel vino è stato prodotto nel 2014 ma che solo nel 2017 è stato imbottigliato e messo in circolazione.

Ecco, questa è la sostanziale differenza tra vino vecchio e vino invecchiato. Dilemma risolto!

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

*Articoli che potrebbero interessarti*